LE STREGHE NELL'ARTE

Dal Rinascimento alla pop-art

Alla fine del Quattrocento il mondo dell'arte iniziò a interessarsi alla stregoneria. 
Mentre inquisitori e intellettuali laici andavano descrivendo i più diversi aspetti di questo fenomeno sociale, gli artisti si sforzavano di tradurli in immagini, adeguandosi alle idee dominanti di ogni epoca. 
Così, al macabro erotismo rinascimentale sono subentrate, tra Settecento e Ottocento, immagini metaforiche, romantiche, didascaliche. 
Nel Novecento, in seguito all'avvento dei regimi dittatoriali, alcuni pittori hanno usato la stregoneria come simbolo delle forze malvagie che prendono il sopravvento sulla società, spargendo terrore e morte. 
Negli anni '70 la strega è divenuta un emblema della libertà, non soltanto sessuale, ma anche un simbolo dei persuasori occulti che agiscono tramite i canali di informazione e per mezzo di un potere tecnologico apparentemente incontrollabile.

Durata della conferenza:
1 ora circa, con proiezione di 40 diapositive.

Su questo argomento vedi i miei articoli:
Magico & Stregonesco, CHARTA n°35 (lug.-ago. '98)
Le streghe nell'arte, TERZO OCCHIO n°94 (mar.-apr.'00)

Ritorna a Conferenze

Webmastering by
giallovivo